Filosofia

Ragazza con Radioio

Valorizzazione del design industriale, upcycling e rifunzionalizzazione artistica sono i tre pilastri della nostra filosofia.
L’obiettivo delle nostro lavoro è quello di attualizzare le pregevoli forme di elettrodomestici che hanno fatto la storia del design industriale attraverso un’attenta riprogettazione che mette al centro il design dell’oggetto e che ci consente di riproporlo nella vita di tutti i giorni con una funzione utilitaria rinnovata legata al mondo dell’audio.

Per accostare questa nuova filosofia sono state abbandonate le funzioni originarie dell’elettrodomestico, che nel corso degli anni ne hanno decretato l’inutilizzo e l’obsolescenza, permettendo alle caratteristiche strutturali del prodotto di prendere parte a una nuova concezione, non più industriale, ma squisitamente artistica: la radio e il giradischi.
La scelta di operare la rifunzionalizzazione utilizzando dispositivi audio non è casuale ma frutto di una serie di considerazioni storico-socio-culturali e infine utilitaristiche che ci hanno di fatto obbligato a operare la trasformazione concentrando l’attenzione sull’importanza della durata nel tempo.

Ciascuna nostra creazione è stata progettata per far si che le nuove funzioni possano fondersi con il corpo dell’elettrodomestico creando un unicum, un’evoluzione invisibile all’occhio fino al momento in cui non si decide di utilizzarlo. Per raggiungere questo obiettivo riutilizziamo i tasti e le manopole originali di ciascun elettrodomestico (che ora asservono alle funzioni dell’impianto audio) e recuperiamo anche il gesto d’uso tipo legato a ogni singolo prodotto rendendo anch’esso partecipe all’utilizzo delle nuove funzioni (dall’estrazione delle griglie del Toastereo o della testina del Radioio, al movimento tipico della stiratura del Ferro da Stereo, alla selezione del grado di macinatura dei chicchi di caffè del Musicoffee, solo per citarne alcuni dei nostri Elettroevoluti).

Si identifica in questo il concetto di Elettroevoluzione: tornare a godere della bellezza di questi elettrodomestici con una funzione utilitaria rinnovata, unita all’inedita possibilità di “esposizione” anche in ambienti fino ad oggi preclusi a causa della loro intrinseca vocazione d’origine.
La realizzazione di stand dedicati a ciascuna nostra creazione è stata un passaggio obbligato per chiudere il nostro cammino concettuale. Ci siamo infatti resi conto della necessità di dotare ciascun prodotto di un “universo-mondo” in cui vivere, essere utilizzato ed esposto. Un’ambientazione vintage da utilizzare per esporre e valorizzare ciascun Elettroevoluto.

La definizione di un cammino concettuale coerente da seguire per l’intera linea e per la realizzazione delle nostre creazioni ha richiesto anni di progettazione e un lavoro prettamente artigianale, resosi inevitabile in elettrodomestici con requisiti ingegneristico-strutturali così lontani da quanto presentiamo oggi.

Piccole opere d’arte di valore collezionistico, gioielli di design e tecnologia che tornano nelle nostre vite direttamente dagli anni ’60 e ’80 del secolo scorso.